L’efficienza dei faretti Led da incasso

La tecnologia a led dei faretti da incasso

Oggi spesso girando per centri commerciali, o negozi dedicati all’illuminazione ci capita di imbatterci in grandi cartelloni pubblicitari che ci ricordano come la tecnologia a led ci fa risparmiare e che ci invogliano a provare i prodotti per testarne i risultati. Leggendo le statistiche, sembra che un faretto led faccia risparmiare circa l’80% di energia rispetto ad un normale faretto alogeno di vecchia generazione. Allora perché non cambiarli tutti, e approfittare di questo fantastico vantaggio.

La potenza del faretto a led da incasso

All’interno delle nuove abitazioni spesso vengono create delle controsoffittature, nei corridoi, nei bagni, e nei salotti più in; queste tendono ad abbassare i soffitti e a creare un’ambiente più caldo e avvolgente grazie ai faretti led da incasso. Ma quanto ci costano? Se si pensa che un faretto a led ad incasso ha una durata praticamente superiore ai 15 anni con una potenza e un’illuminazione equivalente ai vecchi fari installati, sarebbe ora di sostituirli. Come capire allora quale faretto a led scegliere e come orientarsi nell’acquisto. Ormai tutte le case elettroniche producono la loro linea di prodotti per l’illuminazione a led, esistono faretti a led da incasso di tutte le dimensioni, e in grado di generare ogni potenza, dai 4 W, fino ai più potenti 15 W per l’illuminazione casalinga. Esistono poi dei wattaggi più potenti impiegati per locali commerciali, impianti strumentali cinematografici e di palcoscenici che arrivano anche a 50/100 W. Ma il vantaggio principale è che con minor costi e consumo la loro potenza si equivale quasi del tutto ai vecchi fari alogeni, anche se la qualità di illuminazione non è ancora identica. Ad esempio un faretto a led da incasso di 15W equivale ad una potenza di 75 W, ha una durata di 25.000 ore e produce una potenza di lumen di 800, con costi quasi azzerati.

Come orientarsi nell’acquisto

Le caratteristiche principali che vanno valutate nell’acquisto di faretti a led da incasso sono: la tipologia, l’attacco che deve essere identico al vecchio (G53, Gu10, MR16 o altri); la durata nel tempo, il lumen, la potenza, il rapporto di efficienza misurato in lumen/watt; il tipo di luce e la tonalità, la classe energetica di risparmio, la casa produttrice e il costo. Importante è cercare di capire anche la regolazione del fascio di luce desiderata che di solito è stretta oppure larga e si regola in base ai gradi, ad esempio, 30°/40° e così via.

Vantaggi nel tempo

La tecnologia led è amata molto anche dai professionisti e dai tecnici delle luci, i quali grazie a questa nuova invenzione possono dar vita a nuovi esperimenti di luci e colori durante le loro scenografie. Anche i faretti a led da incasso sono disponibili in varie tonalità e colori che vanno dal blu, al rosso, al verde fino al fluorescente. Giocando con i vari led di dimensioni molto piccole gli ingegneri riescono a creare dei fari multicolori in grado di emettere luci e atmosfere davvero molto accattivanti mantenendo sempre dei costi di gestione molto bassi. Gli impianti a led e i faretti da incasso sono stati installati ormai in molte strutture pubbliche e private, proprio per ammortizzare le elevate spese di gestione. I costi della tecnologia risultano ancora un po’ elevati, ma la sua diffusione sempre più disparata, consentirà nei prossimi anni la loro discesa e la scomparsa gradualmente di tutte le altre forme di illuminazione precedenti. Investire oggi in un impianto a led significa anticipare i tempi, risparmiare energia e così facendo aiutare l’ecosistema. Infatti, la bassa produzione di energia contribuisce a limitare le erogazioni di inquinamento nell’ambiente trasformando il led in un prodotto utile al benessere ambientale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *