F1 in TV

F1 in TV: il massimo della sportività a quattro ruote

La F1 in TV ha assunto un’importanza crescente nel panorama televisivo nazionale.

Con il passare dei decenni, lo spettacolo si è arricchito grazie all’introduzione di sistemi tecnologici molto avanzati, che consentono ai telespettatori di visualizzare gare di altissimo livello.

La situazione della Formula 1 attuale

La Formula 1 attuale ha perso una piccola parte dello smalto dei tempi migliori, anche se raccoglie numerose storie ancora molto interessanti per tutti gli appassionati di uno sport meraviglioso.

Gli ultimi due anni hanno visto un netto dominio della Mercedes, scuderia tedesca che ha conquistato due titoli mondiali costruttori consecutivi. Il leader della classifica è il britannico Lewis Hamilton, che a bordo della sua freccia d’argento è riuscito a dominare la maggior parte delle ultime gare.

La conquista del suo terzo titolo iridato complessivo è ormai ad un passo, con il ferrarista Vettel e l’altro portacolori della Mercedes Rosberg che non possono fare altro che sperare in un vero e proprio miracolo. F1 in TV

Alla vigilia del Gran Premio degli Stati Uniti, che si svolge ad Austin, Lewis ha 66 punti di vantaggio su Sebastian e 73 su Nico. Basta praticamente finire davanti ad entrambi per conquistare l’ambito alloro con tre gare di anticipo.

Dietro continuano a cavarsela bene le Williams, mentre la Red Bull vive una fase di profonda regressione e la McLaren non decolla con il suo nuovo motore Honda. La prossima stagione è ricca di incognite, con la scuderia austriaca che rischia persino di non iscriversi al mondiale.

Breve storia della F1 in TV

La storia della F1 in TV parte da molto lontano. Fin dagli anni settanta, le gare furono trasmesse in mondovisione con un elevato successo di pubblico, grazie ad alcuni piloti leggendari.

Subito dopo, fu l’Eurovisione ad aggiudicarsi i diritti di un evento meraviglioso negli anni ottanta. Tutte le cose sono cambiate in seguito all’avvento di Bernie Ecclestone.

L’imprenditore ha creato la Formula One Administration e ha gestito per tanti anni i sistemi televisivi europei della F1 in TV.

La cosiddetta Bernievision ha rappresentato una netta evoluzione, con l’introduzione di una lunga serie di telecamere molto interessanti e inquadrature sempre più avanzate. In questo modo, i fans possono non perdersi neanche un minuto delle gesta dei propri beniamini.

La F1 in TV al giorno d’oggi

Oggi la F1 in TV è tenuta sotto controllo dalla Formula One Management, conosciuta anche con la semplice denominazione di FOM. Ogni nazione che ospita il Gran Premio di turno gestisce la regia in maniera coordinata con la FOM. Ad esempio, in Italia la Rai può usufruire di una serie di telecamere personalizzate.

Il sistema è in uso dall’ormai lontano 2002 e fa in modo che gli spettatori da casa possano seguire i momenti salienti di ogni corsa. Negli ultimi tempi, un ampio risalto è stato attribuito all’invenzione delle telecamere on-board, grazie alle quali è possibile visualizzare la gara di un pilota come se si stesse nel suo abitacolo.

Parlando a livello nazionale, la Rai ha detenuto in esclusiva i diritti della F1 in TV per molti decenni, salvo un breve periodo nel quale è stata Mediaset a trasmettere le gare.

A partire dal 2013, Sky detiene i diritti di tutte le gare, consentendo alla Rai di trasmetterne nove all’anno in chiaro e in diretta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *