climatologia

Cos’è e come si effettua un’analisi tecnica meteo

Le previsioni del tempo oggi sono utili ad un a molteplicità di figure professionali e situazioni: dalla preparazione di un evento sportivo al prevedere una calamità naturale fino alle agenzie per la protezione dell’ambiente.

Forse non molti sanno però che un’analisi tecnica è uno strumento che viene utilizzato anche dai trader, ovvero chi si occupa di mercati finanziari. Questi ultimi sono infatti, per definizione, determinati da trend mutevoli, così come il meteo.

Cos’è un’analisi tecnica

Un’analisi tecnica di una previsione meteo ha lo scopo di raccontare le mappe pittografiche, ovvero i dati meteorologici offerti dai satelliti, in un determinato tempo e in una determinata zona geografica.

L’obiettivo è quello di analizzare la tendenza relativa ai cambiamenti nel tempo, per mostrare uno scenario che includa tutti i dettagli legati ad eventuale grado di nuvolosità, forza del vento e precipitazioni.

Il linguaggio è di settore, e può interessare sia la situazione nazionale, che locale che europea, dato che quest’ultima è in grado di influenzare ampiamente il meteo dell’Italia. Esplicando i dati tecnici in un commento, l’analisi si tramuta infine in una diagnosi, che i meteorologi possono così spiegare ai non addetti ai lavori.

Come si effettua

Un’analisi tecnica in ambito meteo viene effettuata normalmente con una previsione massima di 3 giorni, solo così infatti potrà mostrarsi accurata.

Oggi, le tecnologie a disposizione di scienziati ed esperti sono così evolute, che le previsioni del tempo, sia a livello locale che nazionale, raggiungono un’attendibilità che supera l’80% (nei primi 2/3 giorni).climatologia

Il bollettino dell’Aeronautica Militare, ad esempio, emette gli aggiornamenti alle analisi tecniche tutti i giorni, generalmente al mattino alle 08:00 UTC, ma una previsione meteo viene ormai effettuata anche da molte altre figure, sia pubbliche che private: come enti ecologisti, centri di supporto alla protezione civile e alla difesa del suolo, aziende che emettono valutazioni e certificati ambientali, imprese costruttrici di strumenti di rilevazione ed impegnate nel software-designing per la gestione di reti di misura.

Chi la effettua

Ad effettuare un’analisi tecnica è il meteorologo, il quale si serve di particolari strumenti denominati carte sinottiche o meteorologiche.

Queste raccolgono i dati provenienti dai satelliti ed offrono uno scenario meteo completo, utile ad effettuare le corrispondenti previsioni del tempo.

Interpretando un corollario di simbologie legate, ad esempio, alla velocità del vento, all’aspetto delle nubi, del cielo e della temperatura dei fronti, lo scienziato effettua una previsione che ha l’obiettivo di ipotizzare i futuri cambiamenti del tempo meteorologico.Il ruolo del meteorologo

Normalmente, per diventare un meteorologo, è necessario seguire un percorso didattico d’indirizzo scientifico, tipicamente Fisica, più una specializzazione che gli consenta di raccogliere le informazioni, effettuare le indagini sperimentali, conoscere ed interpretare opportunamente gli strumenti di misurazione del meteo.

Chi entra a far parte dell’Aeronautica Militare viene insignito del titolo di Ufficiale del Genio Aeronautico.

Dopo un periodo di formazione militare presso l’Accademia Aeronautica di Pozzuoli, è tenuto a frequentare un corso di specializzazione in Fisica dell’Atmosfera e Meteorologia, che gli consentirà di essere impiegato nel Servizio Meteorologico del corpo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *