Guerre Stellari: l’attesa dell’ultimo film della saga

La saga di Guerre Stellari

Quanti e quali sono i film della saga di Star Wars.

Guerre Stellari – anche conosciuta come Star Wars dal titolo in originale in inglese – è una saga cinematografica di genere fantascientifico nata dalla fantasia di George Lucas.

Continua a leggere Guerre Stellari: l’attesa dell’ultimo film della saga

Il top del cinema internazionale al Festival di Venezia 2016

Programma e giuria della 73esima edizione del Festival

Il Festival, organizzato anche quest’anno dalla famosa Biennale di Venezia, è iniziato al Lido di Venezia il 31 agosto.

Direttore della manifestazione è ancora una volta il critico Alberto Barbera, subentrato a Marco Muller nel 2011. L’elenco dei film in concorso alla manifestazione è stato scelto a Roma a fine luglio durante la conferenza stampa di presentazione dell’evento.

Fra le figure di spicco della giuria di questo Festival vi è il regista britannico Sam Mendes, presidente della sezione ufficiale. Sam Mendes, nato come regista teatrale, si lancia nel mondo del cinema a 34 anni nel 1999, quando dirige il film American Beauty con Kevin Spacey.

L’esordio sul grande schermo frutterà a Mendes il Premio Oscar nel 2000 per la miglior regia e tanti altri premi alla pellicola.

Fra i volti noti nella giuria c’è anche Giancarlo de Cataldo, magistrato e scrittore originario di Taranto, autore del libro Romanzo Criminale, da cui è stata tratta una famosa serie tv diretta da Stefano Sollima. Nella sezione Premio Luigi de Laurentiis spicca il nome del presidente Kim Rossi Stuart, presente ma fuori concorso con il suo film Tommaso alla Mostra 2016.

73esima edizione del Festival di Venezia; i candidati

Varie star e 20 film sono approdati al Festival di Venezia 2016. Fra i volti noti del cinema internazionale, si è presentato al Lido l’attore Michael Fassbender, impegnato nel film in concorso La luce sugli oceani insieme alla compagna Alicia Vikander.

L’attore irlandese, che è stato nel cast di alcuni film di successo come 300, Bastardi senza gloria e non ultimo Steve Jobs, è stato acclamato dalla folla sul red carpet, dove si è presentato proprio insieme alla collega e compagna Vikander. In concorso al festival di Venezia 2016 anche l’attrice Natalie Portman, che ha interpretato Jacqueline Kennedy nel film Jackie.

La Portman, 35 anni, è reduce da un Oscar nel 2011 come miglior attrice nel film Il cigno nero e si avvia ad una nuova candidatura all’edizione 2017 degli Academy nella stessa categoria. La diva americana è stata, molto probabilmente, la figura più attesa dell’evento, a cui si è presentata peraltro con il pancione in attesa del suo secondogenito. 05-05-2015-festival_di_venezia

Non solo cinema recente, però, al 73esimo Festival: a Venezia è giunto anche il mito francese del grande schermo Jean-Paul Belmondo. Belmondo, 83 anni, è ricordato in Italia per le interpretazioni nel film La ciociara di Vittorio De Sica e Mare Matto insieme a Gina Lollobrigida.

La giuria gli ha conferito il Leone d’oro alla carriera, e l’attore si è dichiarato molto soddisfatto ed un grande appassionato del cinema italiano. Fra i protagonisti italiani dell’evento c’è il regista Paolo Sorrentino, che ha presentato fuori concorso la sua nuova opera The Young Pope con Jude Law.

Premi principali del Festival di Venezia 2016

Il Leone d’Oro per il miglior film della mostra cinematografica di quest’anno va a The Woman who left, pellicola diretta dall’esperto regista filippino Lav Diaz.

Nella cerimonia presieduta da Sonia Bergamasco, The woman who left ha conquistato il premio più importante e si candida, perciò, anche a presentarsi ai prossimi Oscar nella categoria miglior film straniero. L’attrice statunitense Emma Stone, già candidata ad un Oscar in Birdman, vince la Coppa Volpi per la miglior interpretazione femminile in La La Land, superando dunque la favorita Natalie Portman.

Premiata come miglior prova maschile quella di Oscar Martinez, attore argentino che ha recitato in El Ciudadano Ilustre.

Nella sezione Orizzonti delle nuove proposte, il premio va a Liberami, film di Federica di Giacomo. Da citare anche il Leone d’argento per la miglior regia, che va a Amat Escalante per La Region Salvaje e a Andrei Konchalovsky in Paradise.

Fonte: http://cinema.sky.it/cinema/festival-venezia.html

Arriva Wayward Pines 2: 4 buoni motivi per vederla

Tra le serie televisive che negli ultimi due anni hanno ottenuto ottimi riscontri da critica e pubblico vi è senza dubbio Wayward Pines.

Wayward Pines 2, ovvero la seconda annata di questa serie televisiva è da poco arrivata anche in Italia e le premesse per un altro ciclo di episodi di altissimo livello qualitativo sembrano davvero esserci tutti. Continua a leggere Arriva Wayward Pines 2: 4 buoni motivi per vederla

Squadra antimafia: tutto il bello della fiction italiana

Squadra antimafia: il coraggio della fiction italiana

Squadra antimafia″ è sicuramente una delle fiction italiane più longeve e più amate dal pubblico televisivo: la sua storia inizia nel 2009 quando Pietro Valsecchi, celebre produttore cinematografico di ″Un eroe borghese″, ″Testimone a rischio″, ″Cado dalle nubi″, ″Che bella giornata″ e di ″Sole a catinelle″, ebbe l’idea di dare vita ad una serie incentrata attorno alla lotta senza quartiere messa in atto dalle forze della legalità contro la mafia siciliana nella Palermo dei giorni nostri.

Appare subito evidente che questa produzione non sia affatto simile a quelle che l’hanno preceduta: ″Squadra antimafia″ si distingue per la puntualità degli eventi narrati e per l’attenta caratterizzazione dei personaggi, tanto positivi quanto negativi.

Questa peculiarità è stata, senza dubbio alcuno, notata anche dal pubblico: per questo, anno dopo anno e puntata dopo puntata, questo telefilm continua a mietere successi e ad incrementare il numero dei suoi seguaci. Caso quasi unico nei palinsesti televisivi italiani, infatti, questa fiction è in video da ben sette stagioni: il suo appeal non ha nessuna intenzione di venir meno.

Claudia Mares: una donna di legge

Protagonista assoluta di ″Squadra antimafia″ è Claudia Mares, affascinante poliziotta che ha deciso di dedicare la sua intera esistenza alla lotta contro la criminalità.

Durante la sua giovinezza professionale, Claudia ha lavorato proprio in Sicilia come agente di scorta; per il meritato avanzamento della sua carriera, però, già da molti anni si è trovata ad essere trasferita a Roma dove è riuscita faticosamente a diventare vice questore della mobile della capitale. Il suo cuore, però, la vuole riportare dove c’è più bisogno del suo intervento e della sua professionalità: per questo, quando le viene proposto di tornare nel capoluogo siciliano dopo la morte di un suo collega, la Mares non ha dubbio alcuno e decide di dare inizio a questa nuova avventura della sua carriera.

Ovviamente, il clima che si respira a Palermo è ben diverso da quello che a cui si era abituata a Roma. Inizialmente, infatti, i suoi uomini stentano a prendere ordini da lei: ritengono che sia poco titolata per la delicata missione cui deve prendere parte.

Inoltre, non sono affatto abituati a sottostare al comando di una donna: per la loro arretrata mentalità è davvero inaccettabile. Claudia Mares, però, è una tosta: cedere a questo comportamento poco edificante non rientra tra le possibilità. In poco tempo riesce a dimostrare a tutti quanto sia capace e quanto sia determinata.

I suoi uomini sono costretti a ricredersi e ad accettarla come leader indiscusso e rispettato della squadra antimafia. Purtroppo per lei, però, la sua vita sentimentale non è all’altezza di quella professionale: la donna sfoga tra le mura domestiche tutta la fragilità che non può esprimere durante le ore di lavoro. Inoltre, a causa del suo pericoloso mestiere, spesso le persone che le sono vicine sono sottoposte a pericoli e a rischi che mettono in discussione la loro stessa sicurezza personale.

Simona Cavallari: bellezza intensa e spiccato talento

Se Claudia Mares è un personaggio così affascinante, bisogna riconoscere un grande merito all’attrice che la interpreta. Si tratta di Simona Cavallari, artista romana classe 1971: è, senza dubbio alcuno, uno dei volti più intensi e carichi di talento della sua generazione.

La sua brillante carriera ha avuto inizio nel lontano 1985 quando, giovanissima, ha ottenuto il suo primo ruolo da protagonista in ″Pizza Connection″, film di Damiano Damiani che, casualmente, trattava tematiche legate al mondo mafioso. Da quel momento in poi, la bella attrice ha dato prova del suo valore con alcuni dei registi più quotati del nostro panorama cinematografico e televisivo. Nel 1994, per esempio, Stefania recita in ″Il sogno della farfalla″, celebre pellicola diretta da Marco Bellocchio.

Notevole, inoltre, la sua partecipazione a ″Prima del tramonto″ di Stefano Incerti: per molti è la sua miglior interpretazione.

Ovviamente, l’attrice ha regalato anche al pubblico televisivo indimenticabili prove recitative: nel corso degli anni la Cavallari ha preso parte ad alcune importanti fiction come, per esempio, ″Il prezzo della vita″, ″Angelo nero″, Una squadra-antimafiadonna per amico″, ″Sospetti″, ″Il commissario Montalbano″ ed ″Il capo dei capi″.

Rosy Abate: una donna di mafia

Rosalia Abate nasce in una delle famiglie mafiose più importanti di tutta Palermo: la sua esistenza è legata a doppio filo con quella della poliziotta Claudia Mares.

Quando era piccola, infatti, Rosaria è caduta assieme ai suoi genitori in un sanguinoso attentato organizzato da una famiglia rivale. Suo padre e sua madre persero la vita proprio in quel frangente; la piccola Rosaria, invece, riuscì a salvarsi grazie all’intervento della coraggiosa poliziotta, restando però orfana.

Se da bambina, Rosy ha sviluppato un vero e proprio odio per la mafia e ha cercato di cambiare vita trasferendosi negli Stati Uniti, con l’età adulta ritrova le radici della sua famiglia e decide di occupare il posto che i suoi genitori avevano immaginato per lei.

Col trascorrere del tempo, ″Squadra antimafia″ ci mostra come Rosaria sia sempre più assetata di potere e di guerra: grazie alla sua determinazione riesce ad assurgere ai vertici di Cosa Nostra, nonostante i molti non apprezzino che sia una donna ad assumere questo cruciale ruolo.

Appare evidente come la giovane mafiosa sia la controparte criminale di Claudia Mares: tutte e due hanno deciso di dare il meglio nella loro professione, anche se, nel caso di Rosalia, la scelta effettuata è stata quella sbagliata.

House of cards serie tv: 3 stagioni davvero intense

Vari generi racchiusi in una serie televisiva:

Drammatico, thriller e politico, questi i generi di House of cards serie tv.

Nel 2013 un’altra serie tv entra nel grande panorama americano, in Italia invece è arrivata solo l’anno successivo, prima sulle reti a pagamento della piattaforma Sky e poi sulle emittenti dove non sono previsti pagamenti.

Finora sono state programmate 3 stagioni, chiusesi quasi un anno fa, precisamente nel mese di Aprile, ma si parla già di una quarta sempre con lo stesso numero di episodi, vale a dire 13.

Questa quarta stagione dovrebbe debuttare negli Stati Uniti d’America proprio quest’anno mentre in Italia ci sarà da attendere un pò di più. Si parla del mese di marzo per quanto riguarda la diretta su Sky Atlantic, da ricordare che le puntate finora realizzate sono state 39 dove ognuna ha avuto una durata media di circa 50-55 minuti.

Personaggi e trama di House of cards serie tv:

Gli intrighi del potere che hanno incuriosito tanti telespettatori.

Questa serie televisiva ha suscitato in telespettatori da tutto il mondo tanta curiosità ed ogni puntata avevo un grosso seguito, aumentando così la percentuale di share.

Tra i vari protagonisti di House of cards serie tv troviamo attori che sono conosciuti anche per le loro interpretazioni in film di successo. Essi sono: Kevin Spacey nei panni del deputato Frank Underwood e Robin Wright, ex moglie dell’attore Sean Penn, nei panni della moglie del deputato, Claire, oltre loro due c’è anche la giovane Kate Mara nei panni della giornalista Zoe Barnes.

Ovviamente a riempire il cast di questa serie ci sono moltissimi altri attori ed attrici, perchè per formare un cast di una serie è molto diverso da quello di un film.diretta su Sky Atlantic house of cards, la serie tv

Per quanto riguarda invece la trama essa riguarda proprio il deputato Frank Underwood che è il capogruppo del partito Democratico.

Egli ha fatto si che Garrett Walker vincesse le elezioni per diventare l’ennesimo presidente degli Stati Uniti d’America, grazie alla sua campagna elettorale di altissimo livello.

Il presidente Walker però, una volta salito al successo non premia l’uomo come Segretario di Stato, così Frank decide che deve vendicarsi di questo affronto.

Per riuscire però in questa impresa, il deputato non deve farsi scrupoli e così si vengono a creare alleanze, soprattutto con la moglie Claire e con l’aiuto della giornalista Zoe Barnes, si avvierà così un turbinio di menzogne ed inganni, nella speranza di ottenere quello che gli è stato ingiustamente tolto.

Notizie importanti su House of cards serie tv:

Altre cose da sapere su questa realizzazione americana.

Tramite il sito web http://skyatlantic.sky.it/skyatlantic/news/house_of_cards.html è possibile poi avere informazioni su questa serie tv americana, che dà notizie in merito anche alla quarta stagione che a breve prenderà il via.

Si avrà modo di poter vedere in anteprima le immagini riguardanti il primo episodio della stagione numero 4, non mancherà nemmeno il trailer ed altri video che potranno dare così un’ulteriore idea di cosa ci si aspetta. Per chi poi non dovesse ricordare bene dove si è conclusa la terza stagione, ci sarà una sezione apposita dove andare a rivedere alcune immagini che non faranno altro che risvegliare la memoria dell’internauta di turno.

La location utilizzata per la realizzazione di tale episodi è stata il Maryland, precisamente nella contea di Hardford, altre informazioni riguardanti questa serie tv americana riguardano le nomination ricevute in diverse competizioni. Tra di esse ci sono i famosi Golden Globe, dove è stata premiata la categoria Miglio attrice, premio che è andato a Robin Wright, ma anche altre categorie sono entrate in lizza senza pero vincere alcun premio.

Anche la critica ha commentato la struttura di House of cards serie tv gli intrighi del potere, per lo più sono stati pareri alquanto positivi.

Il potere di sex and the city

Sex and the city è una delle serie americane più acclamate, ancora oggi a distanza di anni dal suo esordio.

Considerata simbolo di una vera e propria rivoluzione sessuale, questa serie ha avuto il merito di spodestare i canoni televisivi che dominavano prima del suo approdo in televisione.

La storia

Il romanzo a cui si è ispirata la serie.

La prima volta che andò in onda Sex and the city era il lontano 1998 e, sin dalla sua prima apparizione sullo schermo della tv, conquistò migliaia di spettatori che gli sono rimasti affezionati tuttora.

Ciò che colpì inizialmente il pubblico e fece tanto parlare la critica, fu il fatto che per la prima volta veniva presentato un prodotto televisivo in cui i personaggi femminili parlano di sesso, come abitualmente fanno gli uomini.

Tratto dal romanzo omonimo di Candace Bushnell, questa serie televisiva statunitense racconta le vicissitudini sentimentali e sessuali di quattro donne, molto amiche tra di loro, che hanno superato i 30 e vivono a New York.

I personaggi

Le quattro donne più famose del panorama televisivo.

I personaggi sono Carrie (alter-ego dell’autrice del romanzo, che ha creato un personaggio con le stesse iniziali e che svolge lo stesso lavoro), Miranda, Charlotte e Samantha. Queste donne, sullo sfondo della meravigliosa Isola di Manhattan, vivono i loro tormenti quotidiani come single ma anche come partner in alcune relazioni più o meno solide.

Nel corso delle 6 stagioni le vicende sentimentali di queste amiche, molto affiatate tra di loro, subiscono vari cambiamenti in rapporto agli incontri con alcuni uomini.

Charlotte, la più romantica e tradizionalista del gruppo, intreccia una lunga relazione con Trey e con lui affronta la complessa problematica dell’impotenza.

Fallita questa storia, ne avrà un’altra più duratura con Harri, il suo avvocato divorzista.

Miranda, avvocatessa in carriera, è apparentemente la più cinica del gruppo. In realtà è una donna estremamente vulnerabile, che si nasconde dietro una maschera fredda e distaccata.

Nel corso della storia, Miranda si innamora di Steve e, tra continui alti e bassi, i due si sposano nel corso della sesta stagione.

Samantha è senza dubbio il personaggio più trasgressivo, che cerca di vivere la sua sessualità in armonia con sé stessa e intreccia varie relazioni, alcune importanti, altre prettamente sessuali.Sex and the City ha continuato negli anni

Ogni episodio del telefilm è strutturato intorno agli articoli di Carrie, che cura una rubrica giornalistica sul sesso, sugli uomini e sulle relazioni.

Interpretata da Sarah Jessica Parker, Carrie è voce narrante e protagonista del telefilm.

Giornalista molto concentrata sul proprio lavoro, Carrie è perennemente tormentata da una storia d’amore con un uomo, Mister Big, che appare e scompare periodicamente dalla sua vita. Nonostante gli incontri con altri uomini, Mister Big resta il punto di riferimento affettivo per Carrie e solo con lui vivrà un forte trasporto sentimentale.

Le reazioni

Il pubblico diviso tra entusiasmo e pesanti critiche.

Inizialmente, quando la serie si affacciò sui teleschermi le reazioni furono molto contrastanti.

Da una parte una larga fetta di pubblico accolse la serie con entusiasmo, non solo per l’azzardo di toccare temi così inusuali in televisione, ma anche per la sceneggiatura brillante e coinvolgente.

Dall’altra parte, la critica più feroce accusò la serie di promulgare un’immagine di donna superficiale ed egocentrica, oltre che di facili costumi.

Nonostante le pesanti critiche, Sex and the City ha continuato negli anni la sua scalata verso un successo clamoroso, non solo tra il pubblico femminile ma anche tra quello maschile.

I contenuti

La formula vincente della storia.

Aldilà dei contenuti sessuali, che ne fanno un caposaldo dell’emancipazione femminile, il telefilm ha conquistato il cuore di molte persone, anche perché parla del sentimento dell’amicizia in cui molte donne si sono riconosciute.

Questi personaggi, così distanti tra loro, hanno fatto della loro diversità un motivo di confronto costruttivo, dimostrando che l’amicizia ha il potere straordinario di risolvere i conflitti.

I personaggi di Sex and the city sono donne che si mettono continuamente in discussione e che, nel confronto con le loro amiche, riscoprono sé stesse.
Le stesse riflessioni di Carrie, a conclusione di ogni puntata, sono lo specchio di una consapevolezza che si arricchisce giorno dopo giorno.

D’altra parte uno degli aspetti vincenti di questa serie è l’evoluzione delle protagoniste, che crescono, maturano i loro pensieri e sradicano lo stereotipo in cui lo spettatore le inquadra a primo impatto.

Quanto costa la realizzazione di un video musicale?

La realizzazione di un video musicale è prodotta da agenzie specializzate che si occupano di confezionare per te un video artistico di qualità che possa darti la giusta spinta promozionale.

Un video musicale è la soluzione ideale per farsi conoscere in modo più incisivo e per sponsorizzarsi in modo corretto e diffuso.

Il costo per la realizzazione di un video musicale dipende in modo importante dall’idea di fondo che tu stesso proponi all’agenzia, dalla fattibilità del tuo progetto e dalle persone e macchinari coinvolti nel processo produttivo.

Esposta la tua richiesta sarà possibile concordare il prezzo con l’agenzia e stare dentro al budget da te prestabilito.

Per risparmiare si può sempre puntare su video musicali semplici con un’unica inquadratura, che comunque se ben strutturati e creati lasciano sempre la loro impronta importante e sostanziale.

Il filmato musicale deve essere prodotto da professionisti ed esperti del settore, perché solo in questo modo avrai la garanzia di un video che rispecchi le tue qualità artistiche e renda giustizia al tuo valore.

Il video musicale è un prodotto che in un arco di tempo breve fornisce all’utente una moltitudine di informazioni ed emozioni, che saranno associate inevitabilmente alla tua persona ed al tuo filmato.

Il video deve quindi illustrare la tua attività con un’ottima narrazione filmica, ed utilizzare tutte le armi stilistico espressive possibili per arricchire il prodotto e renderlo memorabile per il tuo pubblico.

L’agenzia nella produzione del filmato che sarà costituito anche da un pezzo musicale  potrà aiutarti anche per analizzare la tua idea di partenza e la sceneggiatura e darti consulenza per i contenuti e per la trama, oltre che spunti tecnici e visivi.

Naturalmente anche dal punto di vista operativo l’agenzia provvederà alla realizzazione del video musicale in modo concreto e non solo concettuale.

Con il contributo di professionisti con una consolidata esperienza alle spalle potrai essere sicuro di veicolare il giusto messaggio ed un’immagine adeguata di te stesso.

In questo modo il tuo video clip musicale avrà il successo e la risonanza che merita!