studiare le analisi forex

Analisi fondamentale nel forex, vediamo i dati

Chi per la prima volta entra nel mondo del forex può sentirsi a disagio con il lessico con cui deve confrontarsi, in quanto vi sono molti concetti da valutare, tra questi l’analisi fondamentale nel forex. Di cosa si tratta?

L’analisi fondamentale nel forex

Di cosa si tratta e a cosa serve

L’analisi fondamentale è lo studio dei fattori che influenzano l’andamento di un indice e nel caso del forex influenzano il valore di una valuta. In realtà si tratta di dati macroeconomici che quotidianamente entrano nei telegiornali e quindi accessibili a tutti, che occorre però tradurre in strategia forex.

Per capire il ruolo dell’analisi fondamentale nel forex basti pensare che le valute sono la moneta legale circolante in un determinato periodo storico all’interno di uno o più Paesi.

Essa, oltre ad essere la moneta comunemente usata per gli acquisti, è anche la valuta utilizzata per importazioni, esportazioni, scambi commerciali tra Stati. Proprio per questo il suo valore varia, anche più volte nell’arco di una giornata, in base a diversi fattori. Solo sinteticamente si può dire che il valore di una valuta aumenta all’aumentare della domanda e al diminuire dell’offerta e, al contrario, diminuisce all’aumentare dell’offerta e al calare della domanda.

Ciò che è fondamentale è capire cosa può determinare un aumento o una diminuzione di domanda ed offerta. L’analisi fondamentale nel forex serve a prevedere i movimenti di tali fattori in relazione a tali accadimenti e di conseguenza di fare investimenti finanziari mirati e con una riduzione del rischio rispetto a scelte di investimento dettate dal caso.

I dati

Cosa rientra nell’analisi fondamentale nel forex

Per avere un’accurata analisi fondamentale nel forex è necessario tenere in considerazione diversi fattori, tra questi non si può ignorare il tasso di interesse.

Un tasso di interesse basso su una determinata moneta, ad esempio, porta ad un aumento della domanda e quindi ad una rivalutazione monetaria. Il tasso di interesse è, a sua volta, determinato dalle decisioni della Banca Centrale del Paese di riferimento.

Rientra nell’analisi fondamentale del forex anche il PIL, Prodotto Interno Lordo, sigla che indica il valore monetario di beni e servizi prodotti in uno Stato.

Il PIL determina il livello di ricchezza di un Paese in relazione alla produzione che genera sia domanda interna sia esportazioni. Altro dato da considerare è l’inflazione, la domanda interna e gli indici occupazionali, ma anche le scorte dei grossisti e delle imprese, i redditi delle famiglie e quindi la loro capacità di domanda. Entrano nell’analisi fondamentale nel forex anche i dati relativi alla politica fiscale di un determinato Stato e l’indice di fiducia dei consumatori.

studiare le analisi forex
Effetti

L’analisi fondamentale nel forex elimina il rischio?

L’analisi fondamentale nel forex non serve ad eliminare il rischio per i trader, ma serve a ridurne gli effetti grazie alla possibilità di prevedere quali movimenti del valore delle valute sono maggiormente probabili.

Questo dato deve essere connesso comunque al fatto che nel forex si agisce per coppie di valute e quindi questi dati devono essere riferiti alla coppia, ad esempio euro-dollaro, e ciò rende necessaria un’analisi “comparata”. Non finiscono qui i rischi perché i numerosi dati macro-economici coinvolti possono confondere il trader e portare previsioni errate.

Fonte: FXGM, Forex e Trading Online

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *