come poter smaltire acciaio

Acciaio: ecco come viene smaltito

Uno dei materiali più diffusi con il quale vengono costruiti molti oggetti, soprattutto tecnologici, è l’acciaio. Ma anche gli oggetti in acciaio, prima o poi non serviranno più e dovranno essere gettati e quindi smaltiti. L’acciaio si ricava dalla maggior parte dei rifiuti di materiale ferroso, in quanto essi sono costituiti da imballaggi in acciaio.

Questi imballaggi, vengono utilizzati nella gran parte dei settori, come ad esempio il settore industriale, civile artigianale, automobilistico e altri ancora. L’acciaio infatti è il materiale ferroso più utilizzato e conosciuto, in quanto, grazie alle sue caratteristiche, quali la malleabilità, la durezza, la resistenza chimica, la resistenza fisica e altro ancora, è uno dei migliori materiali conosciuti all’uomo.

Andiamo quindi a vedere come le aziende che si occupano dello smaltimento rifiuti Roma, trattano questo materiale per il suo smaltimento o riciclaggio.

Analizzando il materiale

Soltanto il cemento supera l’acciaio nella classifica dei materiali più utilizzati sul mercato. La lega d’acciaio, è formata principalmente dal ferro, dal carbonio e poi da altri materiali metallici e non. Dal riciclaggio di questo materiale, si ricava un semilavorato di acciaio, il quale può essere utilizzato per produrre molti oggetti che sono utilissimi in alcuni ambiti, come ad esempio nella costruzione di lamiere, tubi e altri oggetti ancora, utili per l’industria edile.

come smaltire acciaio correttamente

Questo ci fa capire la straordinaria caratteristica di questo materiale, ossia la sua totale riciclabilità. L’accia            io infatti è riciclabile al 100% e circa il 40% della produzione in tutto il mondo, proviene da materiali riciclati come i rottami di ferro.

Come viene smaltito

L’acciaio, viene prima raccolto dalle aziende che si occupano dello smaltimento rifiuti, nelle discariche in cui viene gettato. Dopodichè viene portato in degli impianti di smaltimento dove subirà diversi trattamenti sia per essere smaltito, che per essere riciclato.

Come prima cosa, ogni tipologia di acciaio viene selezionata e separata dalle altre tipologie, successivamente viene pulito, frantumato in mille pezzi e destagnato, separando così acciaio e stagno. Una volta eseguiti questi step, l’acciaio viene mandato nelle acciaierie o in altre strutture che si occupano del riciclaggio dell’acciaio.

In queste acciaierie o meglio conosciute come fonderie, il materiale viene rifuso e da questa operazione si ottengono degli ottimi semilavorati, utili per la costruzione di nuovi oggetti in molti ambiti, come già citato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *