stock abbigliamento donna

Gli stock di abbigliamento da donna: le occasioni

L’acquisto di abbigliamento negli stock, oggi, va sempre più di moda: le donne sono sicuramente più interessate a questo tipo di commercio, poichè il loro guardaroba deve essere costantemente rifornito di un’ampia tipologia di capi al contrario degli uomini, che riescono a cavarsela con molto meno. Il risparmio, però, in tempi di crisi come questi, è la parola d’ordine: scopriamo allora quali sono i posti più frequentati per acquistare abbigliamento in stock per donne!

Le stock-house delle grandi città

Ogni grande città d’Italia che si rispetti, ha la sua stock-house: posti dove una grande azienda, oppure più marche insieme, espongono la loro merce a prezzi bassissimi. L’intermediario qui è soltanto uno, che compra direttamente a prezzi di fabbrica e in grandi quantità: il prezzo finale, così, è molto attraente, pur trattandosi di capi firmati e di alta qualità! Le più famose della penisola sono sicuramente quella di Misterbianco e quella in provincia di Pesaro-Urbino, ma ce ne sono di valide in tutto il Bel paese. Anche la catena Stockhouse-italia è da segnalare, con punti vendita in tante provincie italiane.

Gli stock online

Per gli stock online, la cosa più semplice da fare è riferirsi ai più famosi siti di aste: Ebay sopra tutti, ma anche Stockhouse.com e Spaccioutlet.it non sono da meno! La comodità sta soprattutto nel fatto che con questi siti la consegna avviene direttamente a casa propria, senza l’inconvenientee di doversi recare in periferia o in provincia, dove spesso sono situati i più gradi Stockisti d’Italia. Inoltre, la scelta qui è vastissima e si possono confrontare tantissimi capi, tipi di stock e prezzi, cosa che di certo avviene in modo limitato quando ci si reca di persona nelle stock-house, guarda tu stesso, visualizza ora le proposte di stock da donna!

Siti di abbigliamento venduto a prezzo di stock, ma in capi singoli

Ebbene sì, l‘acquisto di abbigliamento in stock non è solo quello che si fa in grandi quantità, in modo da rinnovare il proprio armadio con un assortimento di capi di una marca acquistato a basso costo! Esistono dei siti, quali Vente-privee.com, Privalia.com e Saldiprivaati.com che propongono merce a prezzi davvero bassissimi. Ci sono offerte giornaliere da tenere d’occhio, in genere messe online dalle ore 7 del mattino: si tratta di rivenditori di capi d’abbigliamento firmati che propongono le proprie rimanenze di magazzino, oppure le vecchie collezioni rimaste invendute, su questi siti. I cosiddetti prodotti “civetta” sono quelli che vanno per la maggiore: proposte ai limiti del possibile di singoli vestiti, paia di scarpe o accessori scontati del 90% circa. Questo significa che è possibile trovare una bellissima gonna firmata Gucci oppure un tubino elegantissimo di Armani a 10, 20 euro! Il risparmio, in questo modo, è esorbitante, a patto che si abbia la voglia e la costanza di recarsi su questi siti tutte le mattine, molto presto. Infatti, questi prodotti strategici, sono disponibili sempre in un numero bassissimo di capi e, come si potrà facilmente immaginare, finiscono in men che non si dica! Tutto sta quindi, nel sapersi barcamenare sui siti giusti: anche le newsletter offerte da questi market online costituiscono una bella fonte d’informazione: basterà aprire tutti i giorni la propria mail per trovare buone nuove per il proprio armadio!

amministratore condominio roma

Corsi di formazione per amministratore

I corsi di formazione sono erogati dall’Associazione Nazional-europea degli Amministratori d’Immobili e vengono organizzati praticamente in tutte le grandi città, specie dopo la riforma della legge relativa alla gestione condominiale di qualche anno fa.

Chi può partecipare ai corsi?

Per partecipare ad uno dei corsi organizzati per la gestione condominiale da parte degli amministratori, occorre possedere un diploma di scuola secondaria e, per diventare amministratore, occorre una polizza di responsabilità civile e un codice deontologico.

Questi requisiti servono per trasformare la figura in questione per renderla davvero utile ed efficace nel difficile meccanismo del condominio.
Si pensi ai supercondomini, dove gli inquilini possono arrivare alle numerose decine e dove, quindi, i problemi sono moltiplicati.

Quali sono i compiti dell’amministratore condominiale

I compiti specifici dell’Amministratore si riassumono nella gestione dei beni condominiali. Grazie alla formazione strutturata nei corsi erogati dagli enti preposti, sarà possibile padroneggiare le varie dinamiche relative alla gestione condominiale.

L’amministratore di condominio deve:

  • eseguire le deliberazioni dell’assemblea dei condomini e curare l’osservanza del regolamento di condominio
  • disciplinare l’uso delle cose comuni
  • riscuotere i contributi ed erogare le spese occorrenti
  • tenere un registro dell’anagrafe condominiale
  • redigere un rendiconto condominiale

L’obbligo dell’amministratore di condominio di eseguire le delibere assembleari si limita a quanto attiene alle parti comuni (l’amministratore non è obbligato ad aspettare il decorso dei termini per l’impugnazione). I condomini possono valersi dell’assemblea condominiale contro i provvedimenti presi dall’amministratore di condominio nell’ambito dei suoi poteri.

Egli è tenuto a disciplinare l’uso delle cose comuni e la prestazione dei servizi nell’interesse comune, comprese le possibili gare d’appalto a Roma o nelle grandi città per le opere di lavori straordinari, in modo che sia assicurato a tutti i condomini il miglior godimento. E’ dunque compito dell’Amministratore di condominio convocare ogni anno l’Assemblea.

This entry was posted in corsi by .
smaltimento rifiuti gestione

Smaltimento rifiuti edili: ecco come avviene

In quasi tutte le attività che svolgiamo ogni giorno, sia per lavoro che per altri scopi, produciamo una determinata quantità di rifiuti, che successivamente dovranno essere smaltiti in modo corretto, per evitare che possano provocare un grande impatto ambientale. Tra queste attività non è esclusa assolutamente l’edilizia, anzi è una di quelle dove vengono prodotti più rifiuti.

Dai rifiuti speciali, ai rifiuti urbani. Ogni qualvolta c’è da fare un lavoro di edilizia, che sia la costruzione da zero, o una ristrutturazione, si verranno a creare montagne di rifiuti edili da smaltire. Spesso purtroppo vediamo queste montagne di macerie, abbandonate in modo abusivo in suolo pubblico e privati o anche nei cassonetti, inquinando così l’ambiente.

La maggior parte di questi rifiuti prodotti da lavori edili, è formata da materiali inerti, come per esempio i calcinacci, il cemento armato e non, e possono inquinare l’ambiente. Oggi vedremo come vengono smaltiti questi rifiuti, grazie alle aziende che si occupano dello smaltimento calcinacci Roma.

Lo smaltimento dei rifiuti edili

Esiste una norma, ossia il Decreto legislativo del 3 aprile 2006, secondo cui il dovere dello smaltimento dei rifiuti provenienti da un cantiere, o comunque da interventi edilizi, spetta al soggetto che produce tali rifiuti.

E’ quindi molto chiaro che il produttore delle macerie, è colui che le crea materialmente, quindi sarà lui a dover contattare una ditta che si occupi dello smaltimento, in caso lavori in proprio. Se invece lavora in una ditta, dovrà occuparsene la ditta stessa.

Come vengono trattati

Queste macerie provenienti da interventi edilizi, quindi lavori di demolizione e costruzione, sono considerati rifiuti speciali e non sempre possono essere riutilizzati nello stesso modo nel cantiere di provenienza. Bisognerà quindi fare in modo che vengano smaltiti, conferendoli in una discarica o in un impianto di trasformazione per poter riciclarli e riutilizzarli.

Le ditte di smaltimento calcinacci, prelevano questi rifiuti e li portano in degli impianti specializzati, dove andranno a smaltire i rifiuti edili secondo vari trattamenti. Altrimenti, dopo una selezione dettagliata, un trattamento e modellamento di quest’ultimi, possono essere riutilizzati.

Analisi fondamentale e professionale

Analisi fondamentale: di cosa si tratta e quali sono i vantaggi

Nel trading online e nel forex l’obiettivo dell’investitore è determinare l’andamento futuro di un asset per cercare di lucrare dal cambio di valore della valuta. Per raggiungere l’obiettivo è necessario studiare il trading e i mercati a cui si è interessati.

Determinare l’andamento dei valori

Fattori rilevanti

Studiare i mercati significa analizzare i fattori che determinano il valore al rialzo o al ribasso e di conseguenza fare investimenti mirati, ciò riduce il rischio di perdite.

Solo per fare un esempio, nel forex per determinare l’andamento futuro è necessario seguire i rumors riguardanti le variazioni del costo del denaro decise dalle varie banche centrali, la quantità di denaro circolante, la domanda e l’offerta di una valuta, le decisioni di politica economica, le attese riguardanti i tassi di disoccupazione/occupazione, le scorte di magazzino, il PIL.

Questi dati devono essere incrociati in quanti in primo luogo possono non essere tutti nella stessa direzione e in secondo luogo perché si agisce su coppie di monete e quindi occorre vedere il rapporto tra le due, di cui una solitamente è il dollaro, generalmente usato negli scambi internazionali.

Cambiando mercato cambiano anche gli indicatori da tenere in considerazione, ad esempio nel caso in cui si voglia investire nell’oro, diventa molto importante cercare di capire quale sarà la domanda e l’offerta in quanto questi fattori sono presi in considerazione dalle Buillion bank che quotidianamente stabiliscono il prezzo dell’oro.

Nel caso in cui invece si intenda investire nelle azioni sarà necessario fare riferimento all’analisi fondamentale riguardante la solidità della società in cui si intende investire.

Appare ovvio che il singolo investitore non sempre è in grado di affrontare tali analisi da solo e senza l’aiuto di professionisti, può quindi ricorrere all’analisi fondamentale nel trading online.

Analisi fondamentale e professionale

Analisi fondamentale e professionale

Analisi degli indicatori

L’analisi fondamentale nel trading si contrappone all’analisi tecnica, essa consiste nell’analisi dei fattori economici (indicatori) e tiene in considerazione bilanci, notizie dal mondo dell’economia, previsioni, insomma un’analisi professionale e attendibile dalla quale è possibile ricavare suggerimenti per il trading.

L’analisi tecnica invece tiene in considerazione solo i trend di mercato e i dati storici.
Affidarsi all’analisi fondamentale nel trading non vuol dire avere la sicurezza dei guadagni in quanto se ciò fosse possibile tutti sarebbero ricchi, aiuta semplicemente a migliorare le probabilità di guadagno ed affidarsi ad un’analisi fondamentale eseguita in modo professionale ed in grado di valutare e coordinare l’influenza dei vari indicatori, tra cui anche il tasso di inflazione.

I risultati dell’analisi fondamentale sono solitamente resi disponibili per i trader tramite i segnali di trading che alcuni broker mettono a disposizione gratuitamente. I segnali di trading, disponibili anche dietro pagamento, possono essere più o meno affidabili, ma per testarli senza avere perdite è possibile utilizzare i conti demo.

Si tratta di conti virtuali che permettono di stabilire delle strategie di trading senza rischiare soldi reali.

Il vantaggio principale dell’analisi fondamentale è rappresentato dal fatto che si tratta di un’analisi di lungo periodo e quindi beneficia soprattutto gli investitori che prediligono investimenti di medio-lungo termine.

La fibra ottica in Italia

Fibra ottica ed internet ad alta velocità

La fibra ottica, conoscerla per comprenderne l’importanza

Sempre più spesso si sente parlare di internet super veloce e di fibra ottica. Di che si tratta? La fibra ottica è una tecnologia avanzata che permette la navigazione a velocità elevatissime e la trasmissione, in pochissimo tempo, di un numero molto elevato di dati. Una tecnologia al passo con i tempi e con le richieste degli utenti della rete, che sempre più spesso hanno la necessità di scaricare dati e filmati di grosse dimensioni.

E’ costituita da un insieme di filamenti vetrosi che trasmettono impulsi luminosi, da cui il nome di ‘ottica’. La velocità con cui vengono trasmessi i dati è proprio data dal fatto che viene utilizzata la luce anziché i segnali elettrici, tipici del classico collegamento ADSL su doppino telefonico.

I filamenti di fibra ottica non sono solo caratterizzati da un’elevata velocità di trasmissione, ma anche da uno spessore piccolissimo, che li rende leggeri e molto facilmente trasportabili ed installabili. Inoltre, sono dotati di un’elevata resistenza alle distorsioni solitamente causate dai campi elettromagnetici sui normali collegamenti elettrici, che permette al segnale di rete di essere sempre stabile e di non essere influenzato da alterazioni dell’ambiente esterno.

La fibra ottica in Italia

La richiesta di fibra ottica e di internet a banda ultralarga è sempre più elevata, soprattutto nelle grandi città e nelle realtà aziendali dove si lavora continuamente online. Per questo motivo, le compagnie telefoniche hanno dato vita ad una campagna di installazione della fibra ottica per soddisfare le necessità sempre maggiori di clienti di ogni tipo.

Le offerte per abbonarsi all’ADSL a banda ultralarga sono moltissime, soprattutto da parte dei maggiori gestori telefonici (si veda ad esempio la promozione sulla fibra ottica di Sky).

Prima di richiedere gli abbonamenti ai servizi della fibra ottica, tuttavia, è fondamentale controllare che la propria area di residenza sia coperta dalla fibra, visto che in Italia questa tecnologia ancora non è diffusa ovunque.

Inoltre, è importante sapere se la copertura avviene in modalità FTTS o FTTH. Quando si parla di copertura FTTS (Fiber To The Street) si intende la copertura in fibra ottica fino alla centralina più vicina alla residenza dell’utente: questo significa che il tratto finale dalla centralina al computer avviene non in fibra ottica, ma tramite doppino telefonico, non permettendo lo sfruttamento delle velocità massime della fibra ottica. In caso di collegamento FTTH (Fiber To The Home), invece, la fibra ottica arriva fino all’abitazione degli utenti, potendo così sfruttare in pieno tutte le caratteristiche e le peculiarità di un collegamento in fibra.

La fibra ottica in Italia

Il futuro della fibra ottica

In una società che vive sempre più online, la richiesta di collegamenti più veloci è in continuo aumento.

Oggi, ogni giorno milioni di persone si collegano alla rete, sia dai device mobili che dai computer di rete fissa e proprio per questi dispositivi la fibra ottica è l’unica risposta ad una richiesta sempre maggiore di velocità di navigazione.

Basti pensare che il classico ADSL offre velocità comprese tra i 10 e i 20 Mega in download e di 1 Mega in upload, mentre la fibra raggiunge i 100 Mega in download e i 10 Mega in upload.

Diagnosi psicologica e perizia psicologica

psicologo torinoIn cosa consiste la diagnosi psicologica

Lo psicologo, per avere un’idea chiara del paziente con il quale si trova a lavorare, deve prima di tutto capire quale sia il problema che lo attanaglia.
Per fare questo è principalmente necessario sostenere un colloquio franco e leale con il paziente, al fine di capire quali siano i suoi comportamenti e cosa esprima attraverso le parole, i gesti, la postura, lo sguardo, ecc.

Naturalmente si tratta di valutare in toto il soggetto, quindi analizzare la cognitivista, ma anche l’approccio a livello sociale e più in generale il tipo di personalità.
Bisogna andare a fondo, specialmente su questi aspetti, per avere elementi certi al fine di arrivare a una corretta diagnosi e capire quali possano essere gli strumenti e le tecniche da poter attuare per risolvere il disagio psicologico manifestato.

Durante il colloquio lo psicoterapeuta indaga nella vita personale e sul vissuto del paziente, per esplorare gli aspetti psichici, familiari, della vita di relazione, e anche biologici.
Sono tutti aspetti che possono influenzare lo stato di salute mentale di un paziente.

La differenza della diagnosi psicologica da quella strettamente medica consiste nel fatto che si ricercano le cause di tipo emotivo e non solo fisiologico. L’indagine emotiva deve scavare letteralmente nel profondo dell’animo del paziente. Per approfondire le informazioni derivanti dal colloquio, si eseguono dei test psicologici che riescono a dare conferma o meno della prima diagnosi fatta attraverso il colloquio. È in questa fase che si decide insieme al paziente quale tipo di terapia seguire, in base all’individuazione del problema che lo affligge.
I test psicologici approfondiscono gli aspetti della personalità sulla quale bisogna lavorare, sia sull’aspetto cognitivo che del comportamento.

Cosa sono le perizie psicologiche

La perizia psicologica è un’indagine volta a conoscere eventuali aspetti, che riguardano sia un individuo sia gli eventi in rapporto al problema da valutare.
Il soggetto viene quindi analizzato in rapporto ai vari aspetti, come quello dell’ambiente dove vive e della sua vita di relazione.
La sua vita sarà soggetta al vaglio approfondito dello psicoterapeuta.
Le perizie psicologiche vengono richieste anche dagli ambienti giudiziari per analizzare gesti, eventi, persone e poter emanare un giudizio equo.

Il soggetto, in particolare, viene sottoposto a un controllo per capire se è “capace di intendere e di volere” anche in eventi lontani nel tempo, cosa che accade nella maggior parte dei casi.
Bisogna precisare, in ogni caso, che le perizie psichiatriche non possono pronunciarsi in merito al carattere dell’imputato in un processo, o comunque senza che sussista una patologia psicologica, aspetto questo regolamentato dall’art. 314 del Codice Penale.

La differenza tra diagnosi psicologica e perizie psicologiche

Le differenze sono di fondo riferite al carattere prettamente analitico della diagnosi psicologica, che si usa principalmente per definire il disturbo riferito dal paziente e individuare l’approccio più adeguato alla cura.
Le perizie psicologiche che, come detto, avvengono spesso molto tempo dopo la celebrazione degli stessi processi, indagano sul profilo psicologico del soggetto in relazione al suo vissuto e all’ambiente in cui vive.

Adsl, una questione di velocità

Adsl: con Sky e Fastweb la rete non ha più limiti

Adsl, ma cos’è?

Nonostante siano ormai milioni gli utenti Adsl in Italia, veramente pochi sarebbero pronti a rispondere alla fatidica domanda: cos’è l’Adsl? Molti, e a ragione, risponderebbero semplicemente la linea internet, ma in realtà la risposta è ben più complessa.

La rete ADSL (Asymmetric Digital Subscriber Line) è un metodo di accesso digitale alla rete internet. Per poter funzionare essa non necessita di una nuova infrastruttura ma potrà sfruttare quella della rete telefonica.

Il doppino telefonico, infatti, permette la veicolazioni di voce e dati ad una velocità compresa tra pochi kb per secondo a decine di mb al secondo.
In Italia la tecnologia Adsl è in uso dal 1 gennaio del 2000, quando fu installata per la prima volta a Milano.

La rete Adsl

La rete Adsl è composta da un’infrastruttura, proprietaria o concessa all’operatore telefonico, che va a collegarsi ad un modem che solitamente è inserito all’interno di un router o di un computer.

In parole povere l’ADSL è il sistema di comunicazione che riguarda il collegamento da un punto A, la centrale telefonica, ad un punto B, il modem.

La rete Adsl è detta a “ultimo miglio”, in quanto è il solo tratto finale, tra il doppino e la centrale telefonica, ad essere adeguato per essere usato specificamente per il collegamento internet. Normalmente su ogni doppino è installata una sola utenza.

Adsl, una questione di velocità

La rete Adsl attualmente è molto utilizzata nella piccola e media impresa, nelle zone residenziali. Nei molti anni in cui essa è stata impiegata sono stati generati diverse tipologie di protocolli.

Sulla velocità bisogna ricordare che, normalmente, la linea Adsl è una rete asimmetrica. Questo vuol dire che la velocità di scaricamento (download) di una pagina internet è diversa da quella di caricamento (upload), che solitamente risulta anche sensibilmente più lenta. Entrambe le velocità dipendo dall’infrastruttura a disposizione e dall’offerta Adsl che l’utente pattuisce con l’operatore scelto, tuttavia ci sono diversi fattori che possono influenzare la velocità e la stabilità della connessione internet.

Tra essi si segnalano: la congestione della rete, le interferenze dei cavi nella rete e la distanza dalla centrale telefonica e la qualità dei cavi impiegati nella creazione.
Adsl, una questione di velocità

Fastweb e sky, l’Adsl e la tv

Negli anni l’operatore internet che ha più di tutti puntato verso una qualità della rete, nell’ottica di fornire la maggior velocità possibile è stato Fastweb.

La rete Fastweb è considerata la migliore dato che nella maggior parte dei casi essa riesce a fornire una velocità maggiore spingendo al massimo la potenza di navigazione. Dallo streaming al gaming online, la rete finalmente non porrà più nessun limite.

L’operatore, infatti, garantisce la migliore esperienza di navigazione grazie ad una tecnologia Adsl all’avanguardia adatta anche per chi gioca online con le console domestiche.

Solida, inoltre, la partnership con l’emittente satellitare Sky. Le due aziende, infatti, da diverso tempo hanno creato un’offerta comune per permettere ai clienti delle rispettive aziende di offrire la migliore linea internet fusa con la migliore offerta televisiva italiana.

Con l‘offerta Adsl di Fastweb e sky è possibile navigare fino ad una velocità in download di 20 mb/s e godere del pacchetto Sky a soli 25 euro. Non solo, grazie a SkyOndemand si potrà scaricare in qualsiasi momento il film che si vuole vedere e riprodurlo tutte le volte che si vuole grazie al decoder MySky incluso nell’offerta.

Per maggiori informazioni sulla connessione ADSL Sky, visita il sito ufficiale

 

premier-league-slide1

La ribellione nella Premier League

Uno dei campionati più importanti sul suolo Europeo, ovvero la Premier League, si è evoluta una sola volta, grazie ad uno scandalo nato attorno agli anni Novanta.

Il primo campionato inglese.

La Premier League, quando venne fondata verso la fine del XIX secolo, avere un nome completamente differente, ovvero Football League.

Il torneo nacque nello stesso modo nel quale nacque negli altri Paesi Europei: si parla di un torneo semplice dove, tutte le varie squadre, si sarebbero dovute sfidare, e solo chi totalizzava il maggior numero di punti vinceva il torneo.

A differenza degli altri tornei però, nella prima versione della Premier League il torneo era nazionale, ovvero tutte le squadre provenienti dalle varie zone del suolo inglese competevano nello stesso girone.

La Premier League dunque si pose come innovatrice del calcio, visto che negli altri paesi, come in Germania e Francia, il torneo era composto da diverse squadre che competevano in gironi provinciali e successivamente ad un turno ad eliminazione diretta. Solo la vincitrice di questa fase veniva decretata come campione.

premier-league-slide1

La nascita della Premier League.

Per circa un secolo, le squadre che partecipavano al torneo inglese non ebbero alcun problema: era infatti la Football League a scegliere sponsor e diritti televisivi delle varie squadre.

La situazione però, col passare del tempo, peggiorò, e i rapporti tra squadre e federazione si rovinarono.

Il non poter scegliere i propri accordi, sia televisivi che degli sponsor, non piaceva alle squadre, che dunque iniziarono a ribellarsi.
Al termine del campionato del 1992 infatti, ben venti squadre decisero di abbandonare la federazione, lasciandola dunque completamente scoperta.

Con questa scissione nacque effettivamente la Premier League, che dunque risulta essere un campionato giovane, che conta ben ventitré edizioni.

Diverse squadre sono classiche della competizione, ovvero hanno partecipato a tutte le edizioni del torneo, e queste sono Chelsea, Manchester United, Liverpool, Arsenal e altre.

La Premier League è identica alla serie A italiana per quanto riguarda la formula del torneo, ovvero trentotto partite complessivi e solo la prima classificata diventa campione della Premier League.

Solo notizie sulla Premier League.

Essendo un campionato ricco di colpi di scena, e molto combattuto, seguire tutte le notizie sulla Premier League per molti appassionati è essenziale.

Per poterle conoscere basta semplicemente recarsi nella pagina della Premier League creata da Sky, nella quale sono riportate appunto tutte le notizie relative alla manifestazione sportiva.
Infortuni, calciomercato, pronostici e anticipazioni sono presenti nella pagina di Sky della Premier League, che viene aggiornata ogni qualvolta vi è una nuova notizia relativa al campionato inglese.

Le notizie sono in italiano e soprattutto molto semplici da leggere: essere riusciranno a coinvolgere emotivamente il lettore, che dunque potrà conoscere le ultime novità relative al campionato ed alle squadre.

Con un semplice click dunque, ogni informazione sulla Premier League sarà conosciuta da parte dell’utente, che potrà rimanere informato su tale campionato.

This entry was posted in sport by .

Le ricette, un aiuto antico, ma sempre valido in cucina

Le varie forme di ricette

l’evoluzione storica delle ricette

Tutti noi almeno una volta nella vita abbiamo preparato un piatto culinario seguendo una specifica ricetta, ovvero riproducendo i passaggi necessari per preparare il piatto spiegati da un’altra persona, che sia esso uno chef stellato, un cuoco televisivo o un semplice cuoco amatoriale.

Cenni storici sulle ricette

Cronologia del ricettario

In passato le ricette erano pubblicate solamente sui giornali o sui libri di cucina appositamente pubblicati, ma oggi che viviamo in un’epoca interconnessa esse sono reperibili facilmente sulla rete internet anche con la presenza di immagini per ogni singolo passaggio, ma anche di brevi video con la spiegazione e la preparazione integrale della ricetta stessa.

Molte delle ricette dei piatti che mangiamo oggi hanno origini molto antiche, come ad esempio le lasagne di cui troviamo i primi cenni a riguardo durante l’epoca imperiale romana però è solamente a partire dal basso medioevo ,intorno alla fine del 1200, e più precisamente alla corte angioina di Napoli, ma ancor di più a partire dall’epoca rinascimentale che la loro codificazione scritta diventa un’abitudine che dura ancora oggi.

I primi ricettari

la differenza tra i ricettari moderni e quelli passati

Tuttavia i primi ricettari sono molto spesso difficili da interpretare oggi, soprattutto se messi a confronto con quelli moderni.

Molti punti sembrano di difficile comprensione, come ad esempio la presenza di alcuni ingredienti oggi non reperibili oppure i vari passaggi della ricetta sono spiegati in materia sommaria e quasi mai si fa riferimento alle dosi necessarie di ciascun ingrediente per la preparazione del piatto culinario in questione.

ricette-cucina
I ricettari moderni

caratteristiche dei ricettari moderni

Mentre al contrario nei ricettari moderni ogni singolo piatto è spiegato in maniera assolutamente completa ed esaustiva, sia per quel che riguarda gli ingredienti che le dosi precise di essi da usare nella spiegazione di ogni singolo passaggio della preparazione.

Inoltre ogni passaggio della ricetta nei ricettari moderni è anche accompagnato da foto illustrative in modo che ogni persona che la deve riprodurre possa in qualche modo avere un compito maggiormente facilitato.

I migliori siti per trovare ricette

le ricette di Star, le ricette di una delle eccellenze italiane

Oggi come abbiamo detto le ricette di qualsiasi piatto sono facilmente reperibili sull’infinita offerta presente sulla rete internet.

Sicuramente uno di quelli più professionali e maggiormente seguiti per reperire ricette è quello dell’azienda Star, società da decenni leader del settore dell’alimentazione e che dalla sua nascita è da sempre sinonimo di qualità, sicurezza e professionalità.

Il sito www.star.it/ricette/ permette a tutti i visitatori di trovare facilmente ogni tipo di ricetta, sia riguardante antipasti che primi,secondi e dolci, inoltre non sono presenti solamente le ricette cosiddette classiche, ma anche quelle che fanno riferimento ad un alimentazione vegetariana, o quelle adatte a un regime alimentare light e dietetico .

In questo modo nessuna preparazione di un piatto culinario sarà più un problema, infatto ogni singola ricetta presente sul sito della Star è spiegata ed illustrata nei minimi dettagli come ad esempio: il tempo di preparazione, quello di cottura, gli ingredienti necessari e la difficoltà della ricetta stessa.

autonoleggio a torino

Autonoleggio Maggiora per i tuoi spostamenti

L’Autonoleggio Maggiora rappresenta un vero e proprio punto di riferimento nel settore dell’autonoleggio a Torino. E’ possibile, infatti, trovare il servizio adatto alle proprie necessità e ritagliato quasi su misura per noi. Nato nel 1978, l’Autonoleggio Maggiora vanta alle spalle decenni di esperienza.

Per poter noleggiare un veicolo presso l’Autonoleggio Maggiora è necessario avere almeno 23 anni ed essere in possesso di patente valida per il veicolo richiesto, conseguita da almeno un anno.

Presso l’Autonoleggio Maggiora è possibile noleggiare una vasta gamma di veicoli, sia dedicati al relax che al lavoro.

Per tutte le informazioni è possibile visitare il sito ufficiale www.autonoleggiomaggiora.it

autonoleggio a torinoNoleggio Auto

Per quanto concerne il noleggio auto a Torino, sono moltissimi i clienti che ogni anno, giungendo in città, si rivolgono all’Autonoleggio Maggiora. Una vastissima gamma di automobili, atte a soddisfare qualsiasi tipo di necessità, garantiscono la possibilità di spostarsi agevolmente nel traffico cittadino.

Molto diffusa la scelta delle utilitarie che offrono, inoltre, bassi consumi di carburante ed estrema semplicità di parcheggio.

Per noleggiare un auto è indispensabile essere in possesso di patente B conseguita da almeno 12 mesi e presentarsi presso gli uffici dell’Autonoleggio Maggiora muniti di carta di credito.

Noleggio furgoni

Anche per quanto concerne il noleggio di furgoni a Torino, l’Autonoleggio Maggiora è tra i più scelti. Diversi i veicoli commerciali tra cui è possibile scegliere, differenziati essenzialmente in base alla portata che li caratterizza.

Vi sono 4 differenti tipologie di Ducato (veicolo commerciale tra i più apprezzati in assoluto), con portate che vanno da un minimo di 13 ad un massimo di 15 quintali.

All’interno della categoria si trovano anche i cosiddetti furgoni speciali, ovvero centinati e cassonati. I centinati hanno una portata di 12 quintali. I cassonati, invece, sono caratterizzati da una portata compresa tra 12 e 14 quintali, a seconda che si tratti di cassonati di tipo ribaltabile o fisso.

Requisiti per il noleggio di furgoni

Per il noleggio di un furgone è necessario presentarsi negli uffici dell’Autonoleggio Maggiora muniti dell’ultima busta paga, del proprio codice fiscale e di un assegno bancario di 1.500 euro (in caso di cliente privato). Se, invece, il noleggio è richiesto da un’azienda, un rappresentante della stessa dovrà fornire la partita iva e un assegno di pari importo.

Noleggio Bus

Anche per quanto concerne il noleggio di bus a Torino è possibile rivolgersi con fiducia all’Autonoleggio Maggiora. Sono disponibili diversi tipi di veicoli, da piccoli minibus ad autobus Gran Turismo, al fine di accontentare ogni tipo di esigenza.

Per i gruppi composti da meno di 9 persone è possibile noleggiare un minibus, per i quali è previsto il noleggio senza conducente.